Liquido per Lenti a Contatto: come si usa?

Il migliore Liquido per Lenti a Contatto

Il liquido per le lenti a contatto risulta indispensabile per la loro cura e manutenzione.

Esistono in commercio moltissimi prodotti specifici, tuttavia è bene distinguerli in tre classi principali, per conoscerne il corretto uso e la giusta composizione, ricordandosi sempre di scegliere tra marche e case farmaceutiche consigliate dal nostro oculista o dal nostro ottico di fiducia.

Distinzioni Base

Liquido Multiuso Tutto in Uno: è ideale per la persona dinamica che ha poco tempo a disposizione, è una soluzione acquosa sterile contenente prevalentemente sodio cloruro e acido borico. E’ efficace nei tre passi fondamentali, in una volta sola: disinfezione, pulizia e conservazione delle lenti a contatto morbide.

I suoi principi migliorano il comfort e l’idratazione della lente, assicurando una buona lubrificazione del dispositivo medico.

Gli ingredienti di queste soluzioni multifunzionali sono studiati per contrastare funghi e batteri che potrebbero depositarsi sulla lente a contatto.

Soluzione salina sterile

La soluzione salina sterile è utile per il risciacquo della lente a contatto, prima della sua applicazione: tuttavia non è sufficiente a distruggere gli elementi presenti, e assicurare la sua purificazione dagli agenti esterni. Sarà premura affiancare a questa soluzione fisiologica il liquido multiuso, necessario alla disinfezione della lente a contatto.

Detergente quotidiano

Questo liquido è un’ ulteriore possibilità di conservare le nostre lenti a contatto nella maniera più idonea, garantendoci una buona lubrificazione e sicurezza.

Deve essere applicato ogni giorno sul dispositivo medico, delicatamente: una volta lasciato agire, si procederà a strofinare la lente da ambo i lati, per poi risciacquarla con la soluzione salina.

Questa operazione servirà ad eliminare possibili depositi lipidici, smog e sostanze inquinanti a cui la lente viene a contatto nella vita di tutti i giorni, oltre ad eliminare le proteine lacrimali che si depositano.

Come nel caso della soluzione salina, anche il liquido detergente non assicura la sterilizzazione della lente, ed è quindi estremamente necessario la soluzione disinfettante multiuso.

Oltre all’utilizzo del liquido per le lenti a contatto, risultano molto utili le lacrime artificiali, che si trovano in commercio anche in soluzioni monodose, da portare sempre con se’ per garantire un perfetto comfort e prevenire la secchezza della cornea, complice di arrossamenti, bruciori e fastidi: questi, se trascurati, potrebbero portare ad una sensibilizzazione verso la lente a contatto e l’impossibilità di indossarla.

Lacrime artificiali, come e perché

Le lacrime artificiali contengono, oltre alla componente acquosa, una percentuale di proteine, sali minerali, sostanze protettive e grassi presenti naturalmente nel nostro occhio, indispensabili a garantirci una lubrificazione confortevole.

Errori comuni di utilizzo e strategie

Il flacone contenente il liquido per le lenti a contatto, che sia di soluzione disinfettante multiuso, di soluzione salina o detergente, una volta aperto, deve essere accuratamente conservato in un luogo pulito e asciutto, e chiuso ogni volta che viene utilizzato, per prevenire la dispersione delle sostanze mediche e per contrastare il contatto con germi e batteri.

Non riutilizzare il flacone una volta terminato

Risciacquare il contenitore delle lenti quotidianamente con soluzione salina e lasciare ad asciugarsi naturalmente. E’ importante sostituire il contenitore molto spesso. Buona Visione!